alluvione livorno
alluvione livorno

«Di azione e di pensieri». E’ questo il titolo della Conferenza di organizzazione di protezione civile delle Pubbliche assistenze della Toscana, riunite oggi e domani all’Hotel Settentrionale Esplanade di Montecatini.

Dopo le emergenze 2016-2017 (sisma nel centro Italia, alluvione a Livorno) i volontari di Anpas Toscana si confrontano insieme alla struttura e ai referenti regionali per migliorare ancora le modalità operative ed essere ancor più efficaci negli interventi in caso di necessità.

Il nuovo cammino della protezione civile

«Da tre anni – ha detto il responsabile regionale, Egidio Pelagatti – il settore di Protezione Civile di Anpas Toscana ha intrapreso un nuovo cammino, necessario e voluto, verso un cambiamento, un’innovazione, certo non privo di difficoltà.

Tutti noi, volontari, dirigenti, dipendenti di Anpas con l’incessante impegno e grazie alle continue esperienze vissute nelle emergenze e nel quotidiano, siamo sempre alla ricerca di nuovi stimoli ed efficaci soluzioni, al fine di apportare un aiuto sempre più concreto ed efficace a tutti coloro che ne hanno bisogno, che lo richiedono. La via della condivisione è lo strumento per crescere e completare il cammino di crescita della Protezione Civile di Anpas Toscana nel prossimo futuro».

Le tematiche che verranno affrontate durante il convegno saranno presentate da relatori che offriranno stimoli e riflessioni per il successivo e fondamentale lavoro in gruppi. I tavoli di lavoro saranno gestiti con il metodo del World Cafè che, attraverso un meccanismo di rotazione, permetterà a tutti i partecipanti di confrontarsi su tutti gli argomenti proposti. Domani pomeriggio, la sessione plenaria e gli interventi dei volontari per fare sintesi degli approfondimenti dei gruppi di lavoro.

SHARE